Ulcera Gastrica

La causa principale dell’ulcera non è nota. Tuttavia sono stati identificati numerosi fattori che, se compresenti, potrebbero provocarne l’insorgenza.

(Fig. A) Ulcera Gastrica

Cause

I pazienti portatori di ulcera gastrica presentano in genere una produzione di acidità gastrica normale o lievemente inferiore alla norma; per questo motivo l’ipotesi più accreditata è quella di una diminuzione della resistenza della barriera mucosa gastrica all’azione aggressiva del secreto acido-peptico. La mucosa gastrica normale è ricoperta da muco, secreto dalle cellule mucose superficiali, che contiene proteine e bicarbonato. L’azione protettiva del muco, ricco di bicarbonati, si esplica mantenendo a livello della mucosa un valore di pH più elevato rispetto a quello del secreto gastrico; si costituisce così una barriera che impedisce all’acido di ledere la mucosa e la sottomucosa.

Il rapido ricambio delle cellule epiteliali dello stomaco, inoltre, garantisce la rapida riparazione delle eventuali lesioni dovute all’azione aggressiva del succo gastrico. Tutti i fattori che si ritengono responsabili dell’insorgenza dell’ulcera gastrica sono in grado di ridurre l’efficacia di questi meccanismi di difesa della mucosa.

Insorgenza

Nello stomaco dei pazienti affetti da ulcera gastrica sono sempre riscontrabili alterazioni tipiche di una gastrite (infiammazione della mucosa). La comparsa della gastrite precede sempre quella dell’ulcera e le mucose coinvolte dalla gastrite presentano una ridotta capacità di secrezione di bicarbonato nel muco; questo spiega l’insorgenza dell’ulcera. La gastrite cronica antrale (dell’antro pilorico) è forse la condizione gastritica le cui correlazioni con l’insorgenza dell’ulcera gastrica sono più note. Essa è dovuta alla presenza di un reflusso dal duodeno allo stomaco, in seguito al quale un’elevata quantità di bile (che viene secreta nel duodeno) giunge a contatto con la mucosa gastrica. Essa, essendo un acido debole, neutralizza la secrezione di bicarbonato a livello gastrico.

Nel 50-65% dei pazienti portatori di ulcera gastrica vi è la presenza a livello dell’antro pilorico dell’ Helicobacter pylori, un batterio che si localizza al di sotto della mucosa. L’Helicobacter pylori è in grado di indurre una reazione infiammatoria locale con attivazione del sistema immunitario e provocare la lesione delle cellule epiteliali della mucosa stessa.

La gastrite da Helicobacter pylori potrebbe quindi rappresentare un fattore predisponente all’insorgenza dell’ulcera allo stomaco.

Fattori esterni

Numerosi fattori esterni dietetici e comportamentali possono facilitare l’insorgenza dell’ulcera gastrica. I farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) riducono la concentrazione di bicarbonato nel muco ed inibiscono la sintesi delle prostaglandine, molecole che esercitano un’azione protettiva sulla mucosa gastrica. Anche il cortisone esercita azione lesiva sulla mucosa, probabilmente alterando il flusso sanguigno mucoso. L’alcol, ingerito in quantità elevata, riduce il contenuto di bicarbonati nel muco, anche se non esistono prove sicure di aumentata incidenza di ulcera gastrica negli alcolisti. La caffeina può incrementare drasticamente la produzione acida gastrica, come pure i grassi della dieta sono in grado di diminuire la resistenza della mucosa all’aggressione acida, probabilmente deprimendo la secrezione di bicarbonato nel muco. Il fumo di sigaretta rallenta lo svuotamento gastrico ed aumenta il reflusso dal duodeno allo stomaco, oltre a ridurre la secrezione di bicarbonato.

Patologie correlate

Ulcera Gastrica

Nello stomaco dei pazienti affetti da ulcera gastrica sono riscontrabili alterazioni tipiche di una gastrite (infiammazione della mucosa).

Approfondisci

Gastrite

La gastrite è un’infiammazione acuta o cronica della parete interna dello stomaco.Localizzata in un’area ristretta oppure interessare tutto lo stomaco.

Approfondisci

Helicobacter Pylori

Helicobacter pylori, batterio che può colonizzare la mucosa gastrica.L’infezione spesso asintomatica può provocare gastrite ulcere livello stomaco o duodeno

Approfondisci

Prenota una visita
Chiedi al medico