Colonscopia

La colonscopia è un esame mediante il quale lo Specialista può osservare dall’interno il grosso intestino per valutare se esistono lesioni responsabili dei disturbi lamentati (p.e. sanguinamento).

Descrizione

Il colonscopio è un tubo flessibile di 9-10 mm di diametro dotato di un sistema a fibre ottiche che una volta introdotto attraverso il canale anale nel colon, ne consente una esplorazione con una affidabilità ed una attendibilità molto vicina al 100%. Permette anche di ottenere in modo semplice ed indolore dei campioni di tessuto da esaminare.

È dolorosa?

La colonscopia in genere non è dolorosa, ma provoca comunque un certo fastidio.Il dolore può essere dovuto alla conformazione anatomica dell’intestino o ad aderenze secondarie a precedenti interventi chirurgici.

Cosa fare prima dell’esame?

Seguire scrupolosamente le istruzioni fornite per la preparazione.

Come si svolge l’esame?

  1. Dopo essersi spogliato (scarpe, gonna o pantaloni ecc), il paziente viene fatto accomodare su un lettino e quindi posizionato su un fianco.
  2. Lo strumento viene ovviamente introdotto attraverso l’ano preventivamente esplorato e lubrificato e fatto proseguire, possibilmente, fino alla parte destra del grosso intestino.
  3. Le possibilità di successo dipendono dalle condizioni di pulizia, della conformità dell’ intestino, e anche dalla collaborazione del paziente.
  4. L’immissione dell’aria allo scopo di distendere le pareti dell’intestino per avere una visione ottimale può provocare qualche fastidio.
  5. Il paziente può infatti avvertire la sensazione di dover “scaricare”, o avvertire gonfiore all’addome e un po’ di dolore.
  6. Il Medico deve essere subito messo al corrente di queste sensazioni in modo che possa comportarsi di conseguenza.
  7. L’esame dura circa 15 minuti (potrà essere necessario un tempo un po’ più lungo, in relazione alla difficoltà).
  8. Globalmente la percentuale di complicanze della colonscopia solo diagnostica è inferiore al 4 per mille.

Preparazione all’esecuzione della colonscopia

  1. Nei 3 giorni che precedono l’esame occorre seguire una dieta priva di scorie.
  2. Alimenti concessi: Carne, Pesce, Uova, Formaggio.
  3. Alimenti non concessi: Frutta e Verdura (ne cruda ne cotta), Pasta e tutti gli alimenti che contengono Farina, Legumi.
  4. Bibite concesse: Acqua, Thè, Cammomilla, Tisane di qualsiasi genere zuccherate a piacere, Succhi di frutta e/o spremute di arancia, tutte le bibite non gasate.
  5. Avvertire sempre in caso di allergie a farmaci e/o anestetici.
  6. Sospendere eventuale terapia antiaggregante (Cardioaspirina, Aspirinetta) almeno 7 gg prima dell’esame.
    In caso di terapia anticoagualante (Coumadin, Sintrom) contattare il proprio medico curante.
  7. Eseguire a domicilio eventuale profilassi antibiotica dell’endocardite (pazienti portatori di protesi valvolari caridiache).
  8. I portatori di pace-maker devono avvertire preventivamente la struttura.

Esame Eseguito al mattino

Il giorno che precede l’esame
  1. Il giorno prima dell’esame assumere 4 compresse di Lovoldyl nel pomeriggio (tra le 14.00 e le 16.00), quindi dopo almeno 4 ore (tra le 18.00 e le 20.00) iniziare a bere LOVOL-ess.
  2. Sciogliere ogni busta di LOVOL-esse in 500 ml di acqua naturale, ottenendo così ” litri di soluzione. Si consiglia di raffreddare la soluzione cos’ ottenuta per renderla più gradevole. Bere 250 ml di soluzione ogni 15-20 minuti fino a esaurimento della stessa.
  3. Se l’esame è previsto in tarda mattina (a partire dalle ore 11), è possibile assumere le 4 compresse di Lovoldyl alle ore 22 prima di coricarsi e la soluzione di LOVOL-esse la mattina stessa dell’esame iniziando alle ore 5.00 – 6.00.
  4. Digiunare la mattina dell’esame.

Esame Eseguito nel pomeriggio

Il giorno che precede l’esame
  1. A cena: latte, thè, cammomilla, ecc. zuccherati a piacere.
  2. A colazione: latte, thè, cammomilla, ecc. zuccherati a piacere. E’ possibile bere acqua non gassata tè o tisane (anche zuccherati) fino a due ore prima dell’esame.

Il giorno dell’esame

  1. Il giorno prima dell’esame, assumere 4 compresse di Lovoldyl alle ore 22.00, prima di coricarsi. La mattina dell’esame assumere la soluzione di LOVOL-esse, iniziando alle ore 8.00 – 9.00.
  2. Sciogliere ogni busta di LOVOL-esse in 500 ml di acqua naturale, ottenendo così ” litri di soluzione. Si consiglia di raffreddare la soluzione cos’ ottenuta per renderla più gradevole. Bere 250 ml di soluzione ogni 15-20 minuti fino a esaurimento della stessa.
  3. Poi digiunare.

La Polipectomia

Durante l’esame è possibile osservare dei polipi. Si tratta di protuberanze che crescono verso l’interno dell’intestino e che hanno la tendenza ad aumentare di volume con il passare del tempo. Possono anche dare origine ad alcune complicanze, come il sanguinamento, ostruzione intestinale ma, soprattutto, in alcuni casi, possono trasformarsi in tumore maligno.La rimozione dei polipi è quindi necessaria e può essere effettuata durante la colonscopia.

La polipectomia (cioè la rimozione del polipo) può essere eseguita a tutti i pazienti che non siano portatori di pace-maker ed abbiano una coagulazione normale.A tale scopo prima della polipectomia devono essere eseguiti gli esami della coagulazone PT e PTT.

La Polipectomia è pericolosa?

La polipectomia non è una procedura pericolosa, bisogna però considerare che si tratta di un piccolo intervento chirurgico e come tale comporta dei rischi. Sono infatti possibili delle complicanze (circa 1%dei casi). Tali complicanze sono:l’emorragia : in genere si autolimita o viene arrestata con manovre endoscopiche; è comunque necessario un ricovero ospedaliero per osservazione; raramente può invece essere necessario un intervento chirurgico.

Prenota una visita
Chiedi al medico